Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ma saranno misure tampone di basso impatto

Usa: Obama in economia prova ad aggirare i niet del Congresso


Usa: Obama in economia prova ad aggirare i niet del Congresso
24/10/2011, 09:10

USA - Il presidente americano Barack Obama ci riprova, nonostante i continui veti che gli pongono i repubblicani appena la legge arriva al Congresso o al Senato (spesso però anche i democratici mettono i bastoni tra le ruote). E così, dopo il fallimento del piano da 500 miliardi di dollari per aumentare l'occupazione di 2 milioni di persone in 10 anni, si prova ad usare l'unica arma che Congresso e Senato non possono fermare: i decreti presidenziali. E' un'arma che i presidenti statunitensi possono usare, anche se con molti limiti, e che può essere annullata solo da un altro decreto presidenziale. In particolare, sembra che Obama intenda agire su due aspetti: innanzitutto delle norme che permettano ai proprietari di abitazioni di rinegoziare i mutui; e poi iniziative per aiutare i giovani con le spese universitarie e i relativi prestiti studenteschi. Ma non ci vuole un premio Nobel in economia per capire che l'impatto di queste norme sul tessuto economico nazionale è alquanto limitato. Purtroppo, i repubblicani hanno un unico obiettivo: tenere il Presidente quanto più è possibile in difficoltà in vista delle elezioni presidenziali che si terranno nel novembre 2012. E se questo significa danneggiare il Paese, per loro è un dettaglio secondario.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©