Dal mondo / America

Commenta Stampa

E avverte i repubblicani:"Default sarebbe una bomba atomica"

Usa: Obama nomina la Yellen a capo della Fed


Usa: Obama nomina la Yellen a capo della Fed
09/10/2013, 09:47

WASHINGTON (USA) - Barack Obama si appresta a nominare oggi il prossimo presidente della Federal Reserve, la Banca centrale statunitense. Si tratta di Janet Yellen, vice dell'attuale presidente Ben Bernakke, e nominata al board della Fed da Bill Clinton. Tuttavia il cambio tra Bernakke e la Yellen avverrà solo ai primi di gennaio 2014, quando inizieranno gli 8 anni di una donna a capo della Fed. 
E' facile prevedere che il nuovo presidente della Fed agirà in continuità con il vecchio, stampando moneta in continuazione per sostenere l'economia statunitense, nonostante i repubblicani ritengano che sia necessaria una inversione di tendenza.
Ed è proprio ai repubblicani che martedì Barack Obama si è rivolto, dichiarandosi disposto a trattare con loro, ma solo se appoggeranno la legge per aumentare il tetto del bilancio pubblico, in modo da far cessare lo shutdown, cioè il mancato pagamento dei salati ad 800 mila dipendenti federali. Ed Obama è stato chiarissimo: "Se il Congresso si rifiuta di alzare tale tetto, non saremo in grado di pagare le spese che il Congresso stesso ha già approvato. Uno shutdown economico causato da un default sarebbe drammaticamente molto più grave". E poi ha aggiunto: "I membri del Congresso e i repubblicani della Camera in particolare, cessino di chiedere un riscatto, invece di fare il loro lavoro: due dei loro compiti fondamentali sono approvare il bilancio e fare in modo che l'America paghi i suoi conti. Basta minacce sulle nostre famiglie e suoi nostri uomini d'affari e torniamo al lavoro".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©