Dal mondo / America

Commenta Stampa

USA: omicidio coniglietta Playboy, trovato suicida il marito


USA: omicidio coniglietta Playboy, trovato suicida il marito
24/08/2009, 09:08

Dopo una caccia all'uomo durata diversi giorni, sembrano concluse le indagini sulla morte di Jasmine Fiore, 28 anni, modella di costumi da bagno, trovata uccisa a Ferragosto in una valigia. E' stato trovato morto il marito della donna, Ryan Alexander Jenkins, 32 anni, unico sospettato. Il ritrovamento è avvenuto nel motel Tunderbird, di Hope, paesino del Canada. L'uomo si era impiccato, probabilmente conscio di non poter sfuggire. Infatti, dopo essere fuggito dagli USA, dopo aver denunciato la scomparsa della moglie, era ormai braccato non solo dalla Polizia statunitense, ma anche da quella canadese, a cui era stato chiesto aiuto dato che Jenkins era di origine canadese.
I fatti sono iniziati quando lo scorso 19 agosto la Fiore è stata trovata morta in una valigia, dopo che le erano state strappate le unghie e i denti - operazione effettuata dopo la morte - per impedirne l'identificazione. Crudeltà inutile, perchè l'identificazione è stata comunque possibile grazie al numero di serie della protesi al silicone che la donna si era fatta al seno. E i sospetti si sono subito indirizzati verso il marito, con cui il 14 agosto, durante una partita a poker con amici, la donna era stata vista litigare furiosamente. L'uomo aveva denunciato la scomparsa della moglie, ma poi si era reso irreperibile. E quando era stato spiccato un mandato di cattura verso di lui, aveva cercato rifugio in Canada. Ma vistosi braccato, ha deciso di farla finita.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©