Dal mondo / America

Commenta Stampa

15 milioni di euro per una donna affetta da botulino

USA: risarcimento milionario per i danni da botox


USA: risarcimento milionario per i danni da botox
14/05/2010, 11:05

OKLAHOMA CITY (USA) - 15 milioni di dollari: questo il risarcimento che secondo un Tribunale di Oklahoma City spetta alla dottoressa Sharla Helton, 48 anni, per i danni che le sono stati provocati da un intervento di chirurgia estetica. La donna voleva togliere quelle antipatiche rughe sulla fronte, e per questo il suo medico le aveva consigliato una iniezione di botox, un estratto del batterio del botulino, una malattia a volte mortale. La donna si sottopone all'iniezione e le rughe si distendono; sembra tutto a posto. Ma poco dopo cominciano i problemi: vista doppia, indolenzimenti agli arti, debolezza generale. La sua inabilità le fa addirittura perdere il lavoro. Ma essendo un medico, capisce che non è una situazione normale, e comincia a farsi delle analisi specifiche, che alla fine danno la loro sentenza: è botulismo. E quindi appare diretta la connessione con l'operazione di chirurgia estetica. Della stessa opinione è stato il giudice, che ha sanzionato il medico per non avere avvisato la paziente dei rischi.
In effetti la questione del botox va avanti da un pezzo, anche se raramente arriva nei Tribunali. Infatti è comunque una tossina potenzialmente velenosa, anche se viene somministrata in forma deattivata e quindi meno pericolosa. Ma "meno pericolosa" non è lo stesso che dire "sicura", come invece viene spacciata dai medici che la usano. E spesso viene anche usata in maniera diversa da quelli che sono i protocolli di utilizzo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©