Dal mondo / America

Commenta Stampa

Picchiato, ammanettato e colpito con la pistola elettrica

USA: si spoglia ad un festival, la polizia lo brutalizza


USA: si spoglia ad un festival, la polizia lo brutalizza
24/04/2009, 17:04

Lo scorso week end si è svolto il festival musicale di Coachella, ad Indio, in California. Un festival all'aperto, con centinaia di spettatori. Ad un certo punto un uomo - forse ubriaco - si è spogliato, sotto gli occhi incuriositi degli spettatori. Tre poliziotti gli si sono avvicinati, ordinandogli di rivestirsi. Lui ha rifiutato, mentre i poliziotti diventavano via via più insistenti, arrivando addirittura a piegargli un braccio dietro le scapole, per costringerlo ad ubbidire. Il tutto senza che l'uomo facesse alcun gesto di reazione, ma tra il crescente malumore della gente.
Ad un tratto scatta la violenza. L'uomo nudo viene gettato a terra, trattenuto per i capelli, poi uno dei poliziotti gli cala violentemente il ginocchio sul costato. Un altro prende la sua pistola elettrica, o teaser, e lo colpisce ripetutamente, incurante delle grida di dolore che l'uomo emette, mentre la gente comincia a rumoreggiare, a gridare e a riprendere, dicendo frasi come: "Delinquenti, il mondo vi guarda". In un batter d'occhio le immagini sono uscite su Internet, mostrando questo ennesimo episodio di brutalità, a cui i poliziotti statunitensi sono abituati, sapendo di poter contare sull'appoggio totale e incondizionato di giudici, procuratori e dei loro superiori.
Infatti, il dipartimento di polizia ha detto che tutto è avvenuto secondo le regole, perchè l'uomo era ubriaco e pericoloso e l'uso del teaser è stata la maniera migliore per immobilizzarlo in presenza di una folla numerosa. Sul fatto che poi la stampa non ne sia stata avvisata, il portavoce del dipartimento ha detto che si trattava di un fatto "non significativo".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©