Dal mondo / America

Commenta Stampa

Era stato accusato sin dal 2013 dalla vittima

Usa: si suicida deputato accusato di violenza sessuale


Usa: si suicida deputato accusato di violenza sessuale
14/12/2017, 18:13

KENTUCKY (USA) - E' finita tragoicamente la carriera politica di Dan Johnson, 57 anni, pastore evangelico e deputato del Parlamento locale eletto nelle fine dei repubblicani. Ha postato un messaggio su Facebook, in cui affermava di soffrire di disordini da stress post traumatico e chiedeva a tutti di occuparsi della moglie e poi si è allontanato da casa con l'auto. Dopo alcune ore l'auto è stata ritrovata con dentro il cadavere del deputao, ucciso da un colpo alla testa. L'ipotesi è quella del suicidio. 

Johnson era al centro di una accusa di violenze sessuali, dopo che una ragazza l'aveva accusato di esserle saltato addosso in un sottoscala nel 2013. La denuncia era stata presentata immediatamente, ma la Polizia aveva archiviato i tutto, non credendo alle parole della ragazza. Ma di recente il procedimento era stato riaperto, dopo l'ondata di denunce di violenze sessuali contro persone potenti che sono apparse sui giornali. Johnson aveva sempre negato che l'aggressione fosse avvenuta. L'ultima volta era stato martedì dal pulpito della sua chiesa, la Heart of Fire Church di Louisville. 

Johnson era salito alla ribalta in senso negativo, alcuni anni fa, per aver postato delle fotografie del presidente Barack Obama e della moglie, paragonandoli a delle scimmie. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©