Dal mondo / America

Commenta Stampa

A compierla, il padre di uno dei bambini

USA: strage in una scuola elementare, almeno 27 morti


USA: strage in una scuola elementare, almeno 27 morti
14/12/2012, 19:20

CONNECTICUT (USA) - ANcora una strage in una scuola degli Stati Uniti. Questa volta è successo in una scuola elementare di Newton, città del Connecticut. La sparatoria è iniziata alle 9 di mattina ora locale (tardo pomeriggio in Italia). Un uomo, identificato come il padre di uno degli alunni della scuola, è entrato nel plesso scolastico, portandosi almeno due armi. Non è chiara ancora la dinamica dei fatti, perchè la Polizia ha letteralmente isolato la scuola, per cui anche i giornalisti locali non riescono a sapere esattamente come stiano le cose. Ma sembra che l'uomo sia andato nell'ufficio del preside, uccidendolo sul colpo. Poi ha cominciato a sparare a chiunque incrociasse, facendo fuoco - secondo testimoni oculari - oltre 100 volte. Alla fine, ha puntato l'arma contro di sè e si è suicidato. 
Al termine della mattanza, si sono contate almeno 27 vittime, di cui 18 bambini, ma molti altri sono rimasti feriti. E tra di loro, tre sono feriti in maniera grave. I bambini superstiti sono stati accompagnati in una vicina caserma dei pompieri, dove poi i genitori li hanno presi e li hanno riaccompagnati a casa. Resta tuttavia il mistero sia sul nome e cognome dell'assassino, sia sulle motivazioni della strage. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©