Dal mondo / America

Commenta Stampa

Decisione shock del giudice

Usa: stuprò una dodicenne, concessa la patria potestà sul figlio


Usa: stuprò una dodicenne, concessa la patria potestà sul figlio
11/10/2017, 11:05

SANDUSKY (MICHIGAN, USA) - Incredibile quello che è successo nei tribunali del Michigan. I fatti cominciano nel 2008, quando Christopher Mirasolo violenta ripetuitamente una ragazzina di 12 anni, mettendola incinta. L'uomo viene denunciato, arrestato e condannato a soli sei mesi di reclusione. Nel frattempo la ragazza ha il figlio, ma la sua famiglia è in condizioni economiche piuttosto deficitarie, quindi presentano istanza al Tribunale affinchè l'uomo partecipi al mantenimento del bambino. Al termine del processo, l'uomo - che nel frattempo nel 2010 era stato di nuovo condannato per un altro caso di violenza sessuale su minori - venne condannato a pagare alla madre del bambino 316 dollari al mese (equivalenti a circa 10 giorni di paga di un impiegato). 

Ed ora il giudice Gregory Ross ha stabilito che Mirasolo ha diritto alla patria potestà sul bambino, a causa di quella richiesta di alimenti presentata alcuni anni fa. L'avvocato della donna ha comunque chiarito che l'uomo non ha alcun diritto di vedere il figlio nè di partecipare alla sua vita. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©