Dal mondo / America

Commenta Stampa

Gli serve qualcuno che fermi il Russiagate

Usa: Trump costringe il ministro della giustizia alle dimissioni


Usa: Trump costringe il ministro della giustizia alle dimissioni
08/11/2018, 16:52

WASHINGTON (USA) - Donald Trump reagisce immediatamente alla sconfitta elettorale delle elezioni di mid-term, facendo dimettere il Ministro della Giustizia (negli Usa si chiama General Attourney) Jeff Session. Trump con un tweet ha comunicato le dimissioni di Session e l'ha ringraziato per il lavoro fatto; con un altro tweet ha comunicato il nome del suo sostituto: Matthew Wthitetacker, capo dello staff di Session. 

In realtà Session paga il suo aver rispettato la legge e non aver interferito con il cosiddetto Russiagate, indagine sui rapporti che Trump ha avuto con esponenti legati al governo russo per avere documenti compromettenti contro Hillary Clinton e influenzare le elezioni presidenziali a proprio favore. Il ministro dimissionario aveva avuto a che fare con l'ambasciatore russo per questa storia, e quindi si era astenuto per rispetto della legge. Ma Trump attribuisce al Russiagate la perdita della popolarità e quindi ha voluto al suo posto una persona più fedele. Bisogna passare attraverso la ratificas del Senato, ma è a maggioranza repubblicana e quindi non farà storie. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©