Dal mondo / America

Commenta Stampa

Le motivazioni sono le stesse: discriminatorio

Usa: un giudice blocca anche la nuova versione del "travel ban" di Trump


Usa: un giudice blocca anche la nuova versione del 'travel ban' di Trump
18/10/2017, 09:22

WASHINGTON (USA) - Nuovo stop per Donald Trump e i suoi elenchi di proscrizione dei Paesi che gli stanno sulle scatole. Adesso non si può parlare più di "muslim ban", dato che ai sei Paesi musulmani iniziali (Libia, Siria, Yemen, Somalia, Iran, Ciad) nell'ultima versione del suo ordine presidenziale ha aggiunto anche Corea del Nord e Venezuela. Quindi si parla di "travel ban". 

Ma per Derrick Watson, giudice federale delle Hawaii, questa modifica non basta. Come ha fatto col precedente ordine presidenziale, ha bloccato anche l'ultima versione, accusata di essere egualmente discriminatoria come la precedenza, dato che non viene spiegato come i cittadini provenienti da questi Paesi possano nuocere alla sicurezza degli Stati Uniti. 

E non è l'unico ricorso contro il travel ban. Ce ne sono altri, su cui il giudice titolare non ha ancora deciso, provenienti dagli Stati di Washington, Massachusetts, California, Oregon, New York e Maryland. Ed è sicuro che anche in questo caso si finirà davanti alla Corte Suprema. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©