Dal mondo / America

Commenta Stampa

E' accaduto ieri in una piccola città della Georgia, Suwanee

Usa: uomo prende in ostaggio pompieri. Ucciso in un blitz

Dentro l'abitazione sono state trovate diverse armi da fuoco

Usa: uomo prende in ostaggio pompieri. Ucciso in un blitz
11/04/2013, 09:04

SUWANEE (GEORGIA - STATI UNITI D'AMERICA) - Tensione alle stelle in una cittadina nello Stato della Georgia, a Suwanee. Dopo aver preso in ostaggio quattro vigili del fuoco nella sua casa, un uomo è stato ucciso ieri sera dalla polizia al termine di una lunga e infruttuosa trattativa e un assedio durato diverse ore. I pompieri avevano risposto a una chiamata di emergenza. All'altro capo del telefono l'uomo diceva di sentirsi male e di avere problemi al cuore. Giunti sul posto, a Suwanee, a pochi chilometri da Atlanta, cinque pompieri si sono trovati davanti a un uomo armato, che li ha presi in ostaggio e chiedeva che venisse ripristinato il telefono e il servizio Internet e tv via cavo della sua casa. Un'abitazione, in realtà pignorata mesi fa dalla banca, alla quale non aveva pagato le rate del mutuo.
Uno dei vigili del fuoco intervenuti è stato poco dopo rilasciato. Nel frattempo sono arrivati almeno 50 agenti, squadre speciali e un negoziatore della polizia. Dopo ore di trattative, sono entrate in azione le teste di cuoio. E' stata provocata un'esplosione per distrarre l'uomo e poi gli agenti hanno fatto irruzione in casa. Non c'è stato nulla da fare, nel conflitto a fuoco l'uomo ha perso la vita, mentre gli altri quattro vigili del fuoco sono stati liberati. Hanno riportato leggere ferite dovute all'esplosione, così come uno degli agenti delle forze speciali.
Nella casa dell'uomo che ha preso in ostaggio i pompieri, sono state ritrovate diverse pistole e fucili. Non è stata ancora diffusa l'identità dell'uomo che ha fatto tremare per un giorno la cittadina di Suwanee.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©