Dal mondo / America

Commenta Stampa

Stato di emergenza a San Francisco.

Usa, vasto incendio nello Yosemite National Park


Usa, vasto incendio nello Yosemite National Park
24/08/2013, 18:08

SAN FRANCISCO (California) - Novità per quanto riguarda lo spaventoso incendio che si è sviluppato nello Yosemite National Park, nel nord della California, una delle mete turistiche più affollate della West Coast degli Stati Uniti. Le fiamme si sono velocemente propagate ed estese ad un territorio di circa 518 chilometri quadrati. Le autorità non considerano l'incendio come una minaccia per la Yosemite Valley e per zone frequentate come le cascate Yosemite, l'Half Dome e le formazioni rocciose El Capitan, nonostante le fiamme si siano avvicinate ad alcuni dei luoghi adibiti al trekking e più battuti dai turisti. Il governatore dello stato della California, Jerry Brown, ha comunque dichiarato lo stato di emegenza a San Francisco, che dista oltre 200 chilometri dal luogo dell'incendio, a causa del rischio che l'incendio rappresenta per le reti energetiche e idriche. Il fuoco aveva infatti cominciato a farsi strada ai piedi della Sierra Nevada e ha indotto le autorità a chiudere le centrali idroelettriche che riforniscono la città 250 più a est. Brown ha spiegato che finora la città è riuscita a fare fronte alle necessità energetiche attingendo alle riserve e acquistando altrove ma ulteriori interruzioni del servizio potrebbero provocare danni ingenti. Le abitazioni minacciate dall'incendio, che è stato solo parzialmente domato nella mattinata di sabato, sono circa 5.500. Il Servizio Forestale ha reso noti i dati relativi alle operazioni di spegnimento: sono andate distrutte 4 case e circa 12 edifici, e impiegati oltre 2.000 nel contrasto all'incendio.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©