Dal mondo / America

Commenta Stampa

In attesa della sentenza della Corte d'Appello

Utah: sospese dalla Corte Suprema le unioni gay


Utah: sospese dalla Corte Suprema le unioni gay
06/01/2014, 20:07

UTAH (USA) - E' durata solo due settimane la possibilità per le coppie gay dello Utah di sposarsi. La Corte Suprema ha sospeso questa possibilità, in attesa di una sentenza della Corte d'Appello dello Stato. 
Lo Utah, paese a prevalenza mormone, nel 2004 aveva inserito nella Costituzione dello Stato (negli Usa ognuno dei 50 Stati può scriversi una propria Costituzione, purchè non in contrasto con quella federale) l'esplicito divieto ai matrimoni gay. Ma lo scorso 20 dicembre un giudice dello Stato ha sentenziato che quella norma è contraria alla Costituzione federale e quindi va disapplicata. Questo ha permesso a 900 coppie di festeggiare, in questi giorni, anche il matrimonio, oltre al Natale. 
Ma il governo statale ha fatto ricorso in appello, chiedendo alla Corte Suprema di sospendere la validità della sentenza. Una richiesta che è stata accolta, in attesa quindi della sentenza di secondo grado. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©