Dal mondo / America

Commenta Stampa

Suicida l'uomo che spinse il figlio ad accusarlo

Vendetta postuma per Michael Jackson


Vendetta postuma per Michael Jackson
18/11/2009, 16:11

JERSEY CITY (USA) - Era il 1993 quando un Michael Jackson all'apice della carriera trovò il primo inciampo: l'allora 13enne Jordy Chandler lo accusò di avere avuto atteggiamenti pedofili nei suoi confronti. La notizia fece rapidamente il giro del mondo e il cantante fu nell'occhio del ciclone per un po', finchè non tacitò la vicenda, versando ad Evan Chandler la bellezza di 22 milioni di dollari prima del processo, affinchè ritirasse la denuncia.
Pochi mesi fa, dopo la morte di Jacko, Jordy Chandler, che ha 29 anni, ammise che le sue accuse erano false e che era stato il padre a convincerlo a mentire, per poter estorcere denaro al cantante. Forse sono state queste dichiarazioni; forse è stato un preesistente senso di colpa; forse non si saprà mai il perchè. Quello che si sa è che lo scorso 5 novembre Evan Chandler si è suicidato, sparandosi un colpo di pistola. L'uomo viveva da solo, quindi il suo cadavere è stato scoperto solo ieri in avanzato stato di decomposizione; ma uno dei poliziotti ha confermato che si è trattato di un suicidio.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©