Dal mondo / America

Commenta Stampa

Uomini armati hanno sparato contro le persone che votavano

Venezuela: due morti durante il referendum-farsa contro Maduro


Venezuela: due morti durante il referendum-farsa contro Maduro
17/07/2017, 09:17

CARACAS (VENEZUELA) - Dopo quasi due mesi di una campagna elettorale continua portata avanti dall'opposizione, si è svolto un referendum "non ufficiale" (termine gentile per indicare una buffonata tipo gazebo autogestiti) contro il presidente Nicholas Maduro, referendum nel quale sono state chieste le sue dimissioni. L'opposizione grida al successo, ma in realtà a votare sono andati - secondo i dati sbandierati dall'opposizione stessa meno di 7 milioni di persone su oltre 31 milioni di abitanti: un vero flop, se consideriamo che tutto il Venezuela che conta è contro il presidente che ha dalla sua parte solo la povera gente che è stata aiutata dal governo negli ultimi 15 anni. 

Ma l'episodio più preoccupante riguarda l'attentato che è stato compiuto contro alcuni votanti: un gruppo di persone ha sparato diversi proiettili contro le persone che stavano votando. Due persone sono morte e altre quattro sono rimaste ferite. L'opposizione ha dato la colpa a truppe irregolari governative ma non ci sono prove in questo senso. Potrebbe anche essere stato un regolamento di conti tra bande criminali rivali. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©