Dal mondo / America

Commenta Stampa

Venezuela: niente giochi bellici per PC e consolle


Venezuela: niente giochi bellici per PC e consolle
26/08/2009, 16:08

Iniziativa contro i videogiochi presa dal presidente venezuelano Hugo Chavez, in quanto rappresentanti del capitalismo selvaggio. E per essere esatti, i videogiochi bellici e tutti quei videogiochi o giocattoli con contenuto violento sono stati dichiarati proibiti, per cui nè è vietata la produzione, la fabbricazione, l'importazione, la vendita e persino l'uso.
Si tratta dell'ennesima misura presa da Chavez a danno delle fasce ricche del Paese e a danno delle multinazionali, per lo più statunitensi, che influenzano pesantemente la vita economica e la vita politica del Paese.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©