Dal mondo / America

Commenta Stampa

Venezuela: rivolta in carcere, 55 morti

Ministro Varela: "Disarmare i detenuti"

Venezuela: rivolta in carcere, 55 morti
26/01/2013, 10:14

VENEZUELA – Una rivolta è scoppiata ieri pomeriggio nel Centro penitenziario di Uribana, nello Stato venezuelano di Lara. Il bilancio al momento è di almeno 55 morti e 120 feriti. Tra i deceduti anche un pastore evangelico e un agente della Guardia nazionale.

La rivolta sarebbe scoppiata in seguito alla perquisizione condotta dalla Guardia Nacional con l’intento di disarmare le bande presenti nel carcere. Nelle diverse ore in cui si è svolto il conflitto, i testimoni raccontano di aver sentito il rumore di numerosi colpi e addirittura due esplosioni.

Questa, però, non è la prima insurrezione che si verifica nel carcere di Urbana. Lo scorso novembre, in uno scontro, perse la vita un operaio che lavorava in un’azienda di costruzioni nell’ospedale. Dal rapporto dell’Organizzazione degli Stati Americani in Venezuela si riscontra che solo dei primi 6 mesi dello scorso anno sono morti 304 detenuti, mentre in tutto il 2011, i detenuti che hanno perso la vita sono stati 568. Per questo motivo il ministro Iris Varela ha dichiarato che si procederà con il disarmare tutti i detenuti e ha commentato: “Una rivolta che ha lasciato un triste bilancio di vittime, tanto nella popolazione penitenziaria come fra gli agenti”. 

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©