Dal mondo / America

Commenta Stampa

I seggi campione presentano una precisione del 99,98%

Venezuela: terminata la verifica dei voti, Maduro Presidente


Venezuela: terminata la verifica dei voti, Maduro Presidente
10/06/2013, 09:06

CARACAS (VENEZUELA) - Adesso il Venezuela non ha più dubbi: Nicolas Maduro è Presidente dello Stato e il suo rivale Henrique Capriles ha tentato di sollevare il caos nel Paese per niente. 
Infatti, subito dopo le elezioni Capriles, che aveva perso per oltre 200 mila voti (51% per Maduro, 49% per il suo avversario) ha cominciato a gridare ai brogli elettorali fatti dalla maggioranza. E aveva sollevato i propri sostenitori contro le istituzioni, tanto che c'erano stati scontri di piazza con la Polizia. In Parlamento Capriles aveva ripetutamente chiesto, anche in maniera violenta, un ricontrollo dei voti. Alla fine la maggioranza ha acconsentito, e il controllo è stato fatto su un grosso gruppo di seggi campione. Alla fine i voti cartacei hanno dimostrato che i risultati del voto elettronico (che in Venezuela si usa da anni) sono stati precisi al 99,98%. Cioè due voti di incerta attribuzione ogni 10 mila schede esaminate. Una percentuale che sicuramente non varia il risultato finale in un Paese in cui il numero di elettori è intorno ai 20 milioni di abitanti. 
A questo punto Maduro è pienamente legittimato a governare, al di là di qualsiasi dubbio. Resta una sola domanda: dove sono i giornali occidentali che ad aprile gridavano ai brogli di Maduro, ripetendo pedissequamente le parole di Capriles come se fossero Vangelo? Questa notizia non è uscita su nessun giornale italiano (ho avuto la segnalazione qualche giorno fa da un amico venezuelano e ho dovuto controllarla sui giornali on line in lingua spagnola) nè su alcuni giornali in lingua inglese che ho verificato. Come mai tanto silenzio? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©