Dal mondo / America

Commenta Stampa

Chavez espelle i diplomatici di Bogotà

Venezuela-Colombia, si alza la tensione diplomatica


Venezuela-Colombia, si alza la tensione diplomatica
23/07/2010, 13:07

CARACAS (VENEZUELA) - Continua a salire la tensione diplomatica tra Venezuela e Colombia. A dare un colpo è stato l'ambasciatore colombiano Luis Alfonso Hoyos, che - durante una riunione dell'Organizzazione degli Stati Americani - ha accusato il Venezuela di proteggere ben 87 accampamenti delle Farc (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia) con 1500 guerriglieri.
Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha avuto la notizia durante un incontro con l'allenatore della nazionale argentina, Diego Armando Maradona. Appena finito l'incontro ha convocato una conferenza stampa durante la quale ha annunciato la sua decisione di espellere il personale diplomatico colombiano e di rompere le relazioni diplomatiche con il Paese vicino. Ora il personale dell'ambasciata di Bogotà ha 72 ore per lasciare il Paese.
La prima reazione è stata quella degli Stati Uniti, che ha definito il comportamento venezuelano "non un buon modo di fare". Anche il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-Moon, è intervenuto, invitando entrambi i Paesi a non dare inizio all'escalation.
In realtà è l'ennesimo attacco diplomatico che gli Usa hanno sferrato contro il Venezuela, usando questa volta il governo colombiano, da sempre molto legato agli interessi Usa. Il governo statunitense cerca in tutti i modi di indebolire diplomaticamente Chavez, reo di star respingendo a poco a poco tutte le influenze Usa nel suo paese.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©