Dal mondo / Australia

Commenta Stampa

Ha bevuto sangue e mangiato tartarughe crude

VIDEO - Naufrago per mesi, trovato al largo Isole Marshall

Era scomparso il 24 dicembre 2012


Nella foto Jose Salvador Albarengo
Nella foto Jose Salvador Albarengo
04/02/2014, 10:03

SYDNEY - Scomparso a largo delle coste del Messico, il 24 dicembre 2012, è rimasto alla deriva per oltre un anno. L'uomo, Jose Salvador Albarengo, 37 anni, barba lunga e sorridente, è stato trovato dai medici in buone condizioni ed ha raccontato di aver bevuto sangue di tartaruga (quando gli mancava l'acqua piovana) e di essersi nutrito della carne cruda degli uccelli e pesci che riusciva a catturare a mani nude.

Il pescatore salvadoregno era scomparso a seguito di una violenta tempesta ed è ricomparso all'altro capo del globo, a oltre12.500 chilometridi distanza in uno sperduto atollo corallino nelle Isole Marshall.

L’uomo tornato alla civiltà e' stato recuperato giovedì scorso, smunto e disorientato, su una barca in vetroresina di7 metriarenatasi vicino al remoto atollo corallino: i locali hanno cercato di farsi spiegare cosa fosse successo ma lui parla solo spagnolo e le prime comunicazioni sono avvenute a gesti.

Adesso le autorità delle Isole Marshall contatteranno la famiglia e organizzeranno il suo rimpatrio, ma prima - dopo i controlli sanitari in ospedale - il pescatore-naufrago dovrà essere sentito dagli inquirenti.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©