Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

La decisione spetta al popolo

Vietnam a favore delle coppie gay


Vietnam a favore delle coppie gay
01/08/2012, 18:16

HANOI (Vietnam) – Il Vietnam potrebbe essere il primo paese asiatico ad essere a favore dei matrimoni gay. Il ministero della Giustizia di Hanoi, in Vietnam, ha – infatti -  deciso di chiedere direttamente al popolo cosa ne pensa in merito al diritto alla famiglia e al matrimonio omosessuale.
Il Ministero ha pubblicamente spiegato che desidera sapere l’opinione del paese “per garantire la libertà personale, perché il matrimonio tra persone dello stesso sesso necessita di essere riconosciuto“, specificando che è “inaccettabile creare pregiudizi sociali nei confronti della comunità omosessuale“. Un passo importante per un paese in cui spesso non vengono rispettati i diritti umani e la libertà religiosa ma che, invece, questa volta dimostra di essere avanti, rispetto al resto del mondo.
“Lo stato dovrebbe anche disporre di meccanismi legali per tutelare i diritti legittimi, quali la personalità giuridica e la potestà dei figli di una coppia convivente dello stesso sesso“, continua a spiegare il governo vietnamita.
Adesso si attende la consultazione pubblica e, se risultasse favorevole, si andrà avanti con la valutazione delle “questioni legali e l’impatto sugli aspetti sociali e giuridici di una eventuale legge pro-unioni omosessuali“. Il Vietnam potrebbe diventare, così, il dodicesimo paese al mondo ed il primo paese dell’Asia a riconoscere legalmente i matrimoni omosessuali.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©