Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Una donna inglese aveva perso 10 Kg. eliminando il cibo

Vuole dimagrire con i beveroni dimagranti: muore per un collasso


Vuole dimagrire con i beveroni dimagranti: muore per un collasso
15/10/2010, 16:10

BURNASTON (INGHILTERRA) - Lucy Prince era una 36enne inglese, che aveva problemi di peso: aveva superato i 100 Kg e, come sempre accade in questo caso, era probabilmente vittima di "apprezzamenti" poco graditi a destra a manca. E quindi, ecco la decisione di fare una dieta molto drastica: addio al cibo tradizionale, e beveroni dimagranti a volontà. Inoltre tanta palestra, per unirci anche lo sforzo fisico. Le cose per un po' sono andate bene: la donna aveva perso 10 chili, passando dai 102 ai 92 chilogrammi. Finchè, alcuni giorni fa, mentre era in ufficio, insieme al suo capo, ha avuto un malore ed è caduta a terra. I soccorsi sono stati chiamati immediatamente ma non c'è stato niente da fare e la donna è morta poco dopo in ospedale, senza mai riprendere conoscenza. Gli esami dell'autopsia hanno dimostrato che sono due le cause della morte, probabilmente collegate entrambe al regime di eccessiva dieta che la donna faceva: una infiammazione del cuore e un basso livello di potassio nel sangue. Il potassio è indispensabile per il cuore, perchè insieme al sodio ne determina il regolare battito. Un eccesso di sodio o di potassio possono dare aritmie e tachicardie. Questo, insieme all'infiammazione al cuore, è stato fatale.
Si tratta dell'ennesima vittima dell'abitudine della nostra società di valutare le qualità della persona esclusivamente sull'aspetto. Un abbigliamento dimesso, l'essere in sovrappeso, ecc. sono tutti valori negativi che incidono - senza che ci sia una vera ragione, sulla valutazione qualitativa delle persone in ogni ambiente. Come se una persona in gamba diventasse improvvisamente un deficiente solo per il fatto di essere in sovrappeso.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©