Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Ancora feriti durante gli scontri

Yemen, forze di sicurezza sparano sui manifestanti

10 feriti si aggiungono ai 2 morti dell' altro giorno

Yemen, forze di sicurezza sparano sui manifestanti
09/05/2011, 12:05

SANAA (Yemen) – Oggi alcuni dimostranti che bloccavano l'ingresso di un edificio governativo in una cittadina a sud della capitale, sono stati caricati dalle forze di sicurezza yemenite, che per disperderli hanno anche aperto il fuoco, ottenebdo un tragico bilancio: sono 10 i dimostranti rimasti feriti dai colpi di arma da fuoco. Questa la dichiarazione di Bushra al-Maqtari, un attivista di Taiz, a sud della capitale Sanaa: “ La polizia e l'esercito hanno attaccato in forze i dimostranti e li hanno cacciati nei quartieri residenziali, aprendo il fuoco e sparato molti lacrimogeni”.
Migliaia i dimostranti, tra cui studenti ed insegnanti, che si erano riuniti fuori la sede locale di Taiz del ministero dell’ istruzione, per chiedere che venissero rinviati gli esami scolastici. Tra gli slogan lanciati, alcuni anche contro il Presidente Aìi Abdullah Saleh. Due dei dimostranti erano rimasti uccisi ieri, quando le forze dell’ ordine hanno cercato di interrompere la protesta e disperdere i manifestanti. Sono circa 150 i morti tra i manifestanti. in questi tre mesi di protesta contro Saleh e la sua permanenza al potere.

Commenta Stampa
di Antonio Sarracino
Riproduzione riservata ©