Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Un drone americano ha fatto fuoco a Radaa, 130 km da Sanaa

Yemen: raid contro Al Qaeda, 13 morti


Yemen: raid contro Al Qaeda, 13 morti
02/09/2012, 20:08

SANAA (YEMEN) - Un raid aereo compiuto da un drone degli Stati Uniti ha ucciso dieci presunti militanti di Al Qaeda e tre donne nello Yemen. L'attacco era diretto contro un capo locale dell'organizzazione terroristica, Abdelraouf al-Dahab, scampato al raid. Sono stati sganciati dei razzi che hanno colpito la vettura dove si trovava l'esponente di Al Qaeda a Radaa, a 130 chilometri a sud est della capitale Sanaa. Dallo scorso gennaio la città di Radaa è sotto il contro del fratello di Abdelraouf al-Dahab, Tarek, nonché vicino allo yemenita-americano estremista Anwar al-Awlaqi, soprannominato l'imam del terrore e ucciso in un attacco aereo degli Stati Uniti nel settembre 2011.
I sospetti appartenenti ad Al Qaeda viaggiavano su due automobili nello Yemen centrale, quando sono stati colpiti da missili lanciati dal velivolo senza pilota. Cinque di loro sarebbero le guardie di Abdelraouf al-Dahab, che è riuscito a salvarsi. Un attacco del genere è avvenuto a inizio agosto, quando tredici militanti di Al Qaeda sono stati uccisi in due giorni da droni americani. In quel caso ci fu anche uno scontro a fuoco nel centro di un paese, dove morirono due militanti della cellula terroristica yemenita. Avvenne nella regione di Al-Qotn, nella parte orientale della provincia di Hadramawt, zona interessata dall'attività di Al Qaeda.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©