Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

A confronto l’economista Marco Onado, il giornalista Mucchetti e l'ex ad Unicredit, Profumo


A confronto l’economista Marco Onado, il  giornalista Mucchetti e l'ex ad Unicredit, Profumo
03/06/2011, 10:06

Parmalat è la storia di un’azienda italiana, un tempo grande e poi depredata da un proprietario e un manipolo di manager senza scrupoli. E' la storia di un'inchiesta clamorosa e di un salvataggio altrettanto clamoroso, portato a termine da un signore silenzioso, Enrico Bondi, commissario diventato amministratore delegato. Oggi, Parmalat, che è tornata ad essere una multinazionale del latte bella e florida, è tornata sotto i riflettori perché contesa tra italianità e mercato. Tutta colpo dell’Opa totalitaria lanciata dalla francese Lactalis. E proprio il tentativo di scalata francese ha tenuto a casa, a Collecchio, l’ad Bondi, sostituito sul palco del Festival da Marco Onado, docente di finanza dell’Università Bocconi di Milano. Da “testimone del tempo”, il docente ha conversato con Massimo Mucchetti, giornalista del Corriere della Sera, penna tra le più temute dal mondo della finanza ed economia del nostro paese. E a sorpresa, sul palco è salito Alessandro Profumo, ex ad di Unicredit, nel ruolo di difensore di un sistema bancario piuttosto "distratto" sui controlli dei bilanci Parmalat.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©