Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ma mancano ancora una decina di miliardi agli obiettivi

A settembre cala il fabbisogno pubblico: - 1 miliardo


A settembre cala il fabbisogno pubblico: - 1 miliardo
04/10/2011, 11:10

ROMA - Diminuisce il fabbisogno pubblico (cioè la differenza tra entrate ed uscite dello Stato italiano) a settembre: 11,8 miliardi contro i 12,9 miliardi del mese di settembre 2010. Negativa anche la differenza dei primi nove mesi dell'anno: nel 2011 si è arrivati a 58,8 miliardi, contro i 65,5 dello scorso anno.
Tra le principali voci che sono diminuite, c'è quella relativa ai prestiti alla Grecia, che quest'anno sono stati inferiori a quelli del 2010. Inoltre c'è stato un forte aumento delle entrate fiscali, grazie alle maggiori imposte che sono state introdotte quest'anno.
Tuttavia, siamo ancora lontani dall'obiettivo del 3,5% del rapporto deficit/Pil per cui nel 2011 ci siamo impegnati. C'è bisogno di ridurre il fabbisogno di almeno altri 10 miliardi nei prossimi tre mesi. E da questo punto di vista, l'aumento dell'Iva, scattato a metà ottobre, potrebbe essere l'ideale, dato che garantisce un flusso immediato di entrate fiscali, dato che viene pagata ogni mese.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©