Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il presidente Formigoni, "Siamo già pronti"

Accordo sul Piano Casa, la Lombardia scalpita per partire


Accordo sul Piano Casa, la Lombardia scalpita per partire
01/04/2009, 19:04

Accordo raggiunto sul piano casa, e la Lombardia annuncia di aspettare solo che il governo vari il decreto, per approvare in giunta la sua legge e a portarla in Consiglio. Lo ha dichiarato il presidente della Regione, Roberto Formigoni, che ha anticipato le linee guida della legge che nascerà una volta raggiunta l’intesa tra governo e Regioni.

Secondo le anticipazioni la legge sarà volta principalmente a favorire gli interventi per i quartieri di edilizia residenziale pubblica, con particolare attenzione per gli interventi che prevedono risparmio energetico. Sarà inoltre attiva una vigilanza stretta per controllare che non vi siano speculazioni e saranno stabilite regole in base ai territori.

“Più che un piano casa, - ha detto Formigoni, - si tratta di un piano per l’edilizia. Intendiamo, infatti, far ripartire l’intero settore e con il governo continueremo a collaborare per studiare la possibilità di costruire case per chi non ce l’ha”.

Formigoni, commentando l’idea del premier di risollevare l’economia partendo proprio dal mattone, ha dichiarato di apprezzare la capacità di trovare un punto di convergenza tra due fattori fondamentali, ovvero la propensione al risparmio degli italiani e l’amore per la casa. “L’escamotage, - dice, - è quello di spingere i cittadini a spendere i loro soldi per migliorare la propria casa”. Ma al di là dell’edilizia e degli aumenti volumetrici, Formigoni ha precisato che l’accordo prevede anche “la possibilità di realizzare nuove case per coloro che non ce l’hanno”.

“Questo è il modo di governare nella nuova Italia federale, - ha concluso il presidente della Lombardia, - c’è un governo nazionale che ha alcune competenze che si confronta e collabora con le Regioni che ne hanno altre”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©