Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

ACLI: Social card non caricate e senza arretrati


ACLI: Social card non caricate e senza arretrati
06/03/2009, 10:03

L'ACLI ha denunciato le inadempienze del governo sulla social card. Infatti, il sindacato dei lavoratori cattolici fa notare come le social card distribuite sono solo 560 mila, contro 1,3 milioni preventivate. Di queste, ben 200 mila non hanno ancora ricevuto un centesimo. In particolare, non hanno ricevuto i 120 euro di ottobre, novembre e dicembre, nè il governo ha provveduto per decreto, così come promesso dal Ministro delle Finanze Giulio Tremonti, a prorogare i termini entro il 28 febbraio. Di conseguenza ci sono 200 mila persone che aspettano inutilmente da tempo.
Inoltre l'ACLI propone di abolire i requisiti anagrafici richiesti dalla social card che sono un'età inferiore ai 3 anni o superiore ai 65, oltre ad un reddito non superiore ai 6000 euro. In questa maniera comunque si resterebbe sotto le 1,3 milioni di tessere previste dal governo, ma si amplierebbe la platea degli utilizzatori; e questo tornerebbe a vantaggio della popolazione.
Peccato che in realtà il governo non ha interesse a occuparsi più di tanto di quest dettagli: hanno fatto la social card, hanno ottenuto lo spot elettorale, hanno regalato 7,5 milioni di euro alla Mastercard... non interessa altro.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©