Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Federconsumatori e comitati vincono il ricorso

Acqua, no all'aumento delle tariffe per Napoli Nord

La società voleva solo salvarsi dai debiti

Acqua, no all'aumento delle tariffe per Napoli Nord
19/04/2012, 19:04

NAPOLI - No all'aumento delle tariffe idriche per Napoli Nord. Il Tar della Campania ha accolto il ricorso di Federconsumatori Campania e dei comitati civici contro il ritocco all'insù deciso dalla Gori, la società attiva nel napoletano. "I giudici hanno correttamente rilevato - sottolinea Rosario Stornaiuolo, presidente dell'associazione - che l'aumento tariffario era dettato dalla sola necessità di evitare ulteriori perdite alla Gori, senza alcun controllo sull'efficienza e sulla efficacia della gestione i cui disservizi si volevano far ricadere sui cittadini'. Insomma, una vera e propria truffa a danno degli utenti, per salvare la società dai debiti. Tutto questo, a pochi mesi di distanza dal referendum sull'acqua pubblica.
Tra i motivi che delineano l'illegittimità dell'aumento tariffario, il fatto che "mancava il numero legale di sindaci per deliberare un atto del genere". In pratica, l'aumento delle tariffe era stato deciso senza la maggioranza dei primi cittadini.
Il prossimo appuntamento dei comitati a favore dell'acqua pubblica è fissato per giovedì 26 aprile, alle 17.30 nella Chiesa dell’Immacolata a Nola, uno dei luoghi simbolici della campagna. Un nuovo punto di partenza per il percorso che porterà nei prossimi mesi i Comitati in numerose città del territorio per promuovere la ripubblicizzazione. Ci saranno anche Alberto Lucarelli, assessore ai Beni comuni del Comune di Napoli, e Federconsumatori.
 

Commenta Stampa
di Gaia Bozza
Riproduzione riservata ©