Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Colaninno: "Nel nostro Paese non c'è più voglia di lavorare"

Air France: "Nessuna fusione con Alitalia"


Air France: 'Nessuna fusione con Alitalia'
16/12/2010, 15:12

MILANO - "Sono assolutamente fiducioso sul futuro di Alitalia, ma non ci sarà nessun matrimonio con Air France". Sono state queste le parole del presidente di Air France - Klm, Jean Cyril Spinetta in merito all'eventualità di una fusione tra la compagnia franco-olandese e Alitalia, di cui con il 25% AF-Klm è primo azionista. Spinetta, Colaninno e Gaetano Miccichè, capo del corporate & investment banking di Intesa San Paolo e consigliere di Alitalia sono attesi al consiglio di amministrazione della compagnia aerea, che con molte probabilità si terrà nella sede di Milano della Immsi nel pomeriggio.
E' proprio Roberto Colaninno, presidente di Alitalia e di Piaggio ad esortare allo sviluppo del sistema italiano. Nel corso della presentazione dell'annuale rapporto del Censis a Milano ha dichiarato: "Il nostro Paese forse è troppo ricco, non c'è più voglia di lavorare, forse perché non abbiamo bisogno di lavorare, o almeno alcuni pensano così anche se non è vero. C'è poca innovazione, ci sono pochi stimoli, tutto questo diminuisce ogni possibilità di sviluppo, anche perché non abbiamo ancora la paura di potere tornare poveri e quindi pensiamo sempre prima ai diritti e poi ai doveri". L'obiettivo, secondo Colaninno, è di rinnovare lo spirito che ha cambiato l'Italia negli anni successivi al dopoguerra fino a renderla uno dei paesi più industrializzati del mondo. Il presidente di Alitalia ha infine scherzato sul ministro Tremonti. "Forse dovremmo dire a Tremonti di tassarci tutti così diventiamo tutti poveri e si capirebbe così che dobbiamo lavorare di più", ha concluso.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©