Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

AL VIA LA 14° EDIZIONE DI FLORA


AL VIA LA 14° EDIZIONE DI FLORA
14/07/2008, 09:07

Produttori e grandi buyer dei Paesi della sponda sud del Mediterraneo saranno i protagonisti della quattordicesima edizione di Flora, la più importante rassegna professionale del Mezzogiorno dedicata alla floricoltura e al florovivaismo ornamentale in programma dal 21 al 23 novembre presso il Nuovo Mercato dei Fiori di Ercolano (Napoli).
 

Focalizzeremo l’attenzione soprattutto su Egitto, Marocco e Tunisia - dichiara il responsabile organizzativo, Piergiovanni Navarro – paesi nei quali la domanda florovivaistica è in forte espansione e che, quindi, possono rappresentare interessanti sbocchi commerciali per le nostre imprese”.  
 
La mission di Flora èpromuovere la produzione florovivaistica della Campania e dell’intero Mezzogiorno sui mercati esteri.Nel corso delTrade Flower Meeting, evento di punta di Flora, gli espositori-esportatori avranno l’opportunità di stringere accordi commerciali con importanti buyer provenienti non solo dai paesi del bacino del Mediterraneo, ma anche dall’Europa Orientale, altro mercato emergente.  
 
Il Trade Flower Meeting è strettamente collegato con “Costiera dei Fiori”, il programma di marketing territoriale promosso dall’Assessorato regionale all’Agricoltura e alle Attività produttive e che mira a promuovere, tutelare e valorizzare le preziose risorse di un vasto territorio rurale - prime fra tutti le produzioni florovivaistiche – in Italia e, soprattutto, all’estero.
Proprio in linea con “Costiera dei Fiori”, la prossima edizione di Flora si prefigge di valorizzare ancora di più, partendo dalla floricoltura, i numerosi attrattori turistici dell’area vesuviana: patrimonio storico-artistico, culturale, enogastronomico e paesaggistico-ambientale.
 
L’obiettivo – sottolinea Navarro - è promuovere le eccellenze turistiche del nostro territorio tra gli espositori, i visitatori e i buyer esteri che possono fungere, nei loro paesi, da testimonial dell’area vesuviana”.
Per raggiungere l’obiettivo, Flora ospiterà una nuova, interessante iniziativa: gli Educational tour, grazie ai quali “offriremo l’opportunità ad un numero ristretto di buyer esteri – spiega il responsabile organizzativo della rassegna – di conoscere non solo produzioni e tecniche di coltivazione all’avanguardia, ma anche la storia e le bellezze del nostro territorio”. I buyer saranno ospitati ad Ercolano durante i tre giorni di Flora. 
La macchina di Flora si è, dunque, rimessa in moto. Ed è una macchina davvero imponente, visto che si tratta della rassegna, leader in Italia e seconda in Europa, nel segmento del fiore reciso.  
 
Flora rappresenta sempre più un imprescindibile punto di riferimento per gli operatori non solo italiani ma anche esteri. Di anno in anno, infatti, cresce, il numero delle aziende espositrici e dei visitatori provenienti da Europa (Olanda, Spagna, Germania, Francia, Belgio, Romania, Croazia), America (U.S.A, Brasile) e dai paesi extra-europei dell’area mediterranea (Israele, Libano, Tunisia, etc.).
La rassegna è organizzata dalla Cooperativa Masaniello - costituita da circa 200 floricoltori che quotidianamente conferiscono i loro prodotti garantendo, secondo i requisiti qualitativi previsti dal marchio “Fiori della Campania”, la più completa gamma di articoli – in collaborazione con Consorzio per lo sviluppo della Floricoltura nel Meridione ed il sostegno dell’Assessorato all’Agricoltura e alle Attività Produttive della Regione Campania, dell’Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Napoli e di Agripromos, azienda speciale della Camera di Commercio di Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
SONDAGGIO.

Secondo lei Caldoro tradirà Nicola Cosentino per passare con il terzo Polo di Fini e di Bocchino?