Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

I sindacati incontrano i politici, situazione drammatica

Alcoa, sindacati dai leader. Due operai protestano su un silos

I lavoratori minacciano gesti estremi

Alcoa, sindacati dai leader. Due operai protestano su un silos
04/09/2012, 15:50

ROMA – Da un lato la discussione tra Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm e le Rsu dell'Alcoa con i leader di Pdl, Pd e Udc. Dall’altro le proteste sempre più drammatiche. Non c’è pace per la vertenza Alcoa di Portovesme: stamattina due lavoratori dello stabilimento sardo con un gesto disperato sono saliti a 70 metri d'altezza su uno dei silos dell'impianto di Portovesme. E da domani fino a domenica 9 settembre verranno effettuate in Sardegna diverse iniziative di lotta per preparare la manifestazione a Roma di lunedì prossimo. Lo ha deciso l'assemblea dei lavoratori, riunita oggi in fabbrica dai delegati di Cgil, Cisl e Uil del Sulcis e delle Rsu.

Su quel silos gli operai di Alcoa ci erano già saliti nel novembre 2009, quando la multinazionale statunitense per la prima volta annunciò la fermata della fabbrica di alluminio di Portovesme. Stavolta, però, la situazione è ancora più grave per la fabbrica di allumino. Quel silos, tra l’altro, è senza manutenzione da tempo. Massimo Cara, un rappresentante sindacale, ha riferito che i due operai minacciano atti di autolesionismo se la multinazionale statunitense non arresterà le procedure di fermate delle celle elettrolitiche nello stabilimento.

LA POLITICA– Da destra e da sinistra gettano acqua sul fuoco. Il segretario del Pdl, Angelino Alfano, ha garantito "sostegno totale" ai lavoratori dell'Alcoa. Il segretario della Fim Cisl, Marco Bentivogli, riferisce che Alfano ha promesso "da subito" un intervento per sollecitare il ministro Corrado Passera sul problema del costo dell'energia che è al centro della vertenza. "Abbiamo espresso solidarietà ai lavoratori e l'idea che la produzione di alluminio non possa finire così". Queste le parole  del segretario del Pd, Pierluigi Bersani, a margine dell'incontro con la delegazione sindacale Alcoa. "Ci impegneremo - prosegue Bersani - per scongiurare la chiusura. Mi auguro che il confronto con parti sociali e governo si occupi di questi problemi".


A ROMA IL 10 SETTEMBRE – Continua intanto l’organizzazione per la protesta nella capitale: i sindacati stanno cercando di portare a Roma almeno 500 operai dell'impianto di Portovesme accompagnati anche dagli amministratori, commercianti e cittadini comuni, che hanno già aderito alla mobilitazione di tutto il territorio. Nei prossimi giorni ci sarà anche un incontro con i sindaci per definire alcuni aspetti del viaggio dei lavoratori che dovrebbero partire sabato da Cagliari per Civitavecchia con ritorno da Olbia.

Commenta Stampa
di Gaia Bozza
Riproduzione riservata ©