Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

ALITALIA: CORDATA ITALIANA E DOLOROSI TAGLI AL PERSONALE


ALITALIA: CORDATA ITALIANA E DOLOROSI TAGLI AL PERSONALE
23/04/2008, 16:04

"Spero ci sarà modo di essere coinvolti. Una mano bisogna darla. Penso che sia giusto e doveroso per il Paese, per la compagnia, per i lavoratori e per il turismo". Lo ha detto Salvatore Ligresti, presidente onorario di Fondiaria Sai, parlando di Alitalia a margine dell'assemblea degli azionisti a Firenze presieduta da Jonella Ligresti. "Le cose - ha aggiunto Ligresti - si fanno in silenzio ma penso che si faranno". Intanto Berlusconi ha puntato il dito contro i sindacati nella vicenda Alitalia: "Air France ha detto no in primo luogo per il veto posto dai sindacati". Successivamente, il Cavaliere ha ribadito che "I francesi non si sono ritirati perché ci sono state interferenze politiche, come qualcuno vorrebbe far credere". "Air France ha ritirato la sua offerta per il veto dei sindacati e per il no del governo a condizioni inaccettabili che avrebbero portato ad una incorporazione di Alitalia in Air France che avrebbe deciso tutto da Parigi". Poi Berlusconi e' tornato sulla vicenda. "Su Alitalia i sindacati hanno fatto il loro mestiere e magari hanno avuto anche ragione. La verità è che le condizioni poste da Air France-Klm erano impossibili da accogliere", ha precisato nel corso di una intervista rilasciata al direttore della tv 'T9'. La gestione di Alitalia da parte dei possibili nuovi acquirenti "passerà attraverso delle dolorose riduzioni del personale, che tuttavia potrà contare sui mezzi che lo Stato ha per una debita assistenza a chi non avesse più il lavoro in Alitalia". Lo afferma Silvio Berlusconi a 'Nuova Spazio Radio' ed a 'Radio Radio', Berlusconi ha definito come "giusta" la preoccupazione per i tagli di personale, "perché una compagnia che perde così tanto e che si trova nelle condizioni di Alitalia non può continuare a perdere e quindi tutti dovranno metterci buon senso per arrivare una ristrutturazione della compagnia che possa salvaguardare il numero maggiore possibile di dipendenti, ma che dovrà operare anche delle scelte. E ci sarà gente che dovrà trovarsi un altro lavoro. Non c'é nessuno, dico nessuno, che possa garantire che il numero dei dipendenti attuale rimanga lo stesso di adesso", ha concluso. A Ligresti si rifà Marco Tronchetti Provera, Presidente di Pirelli.
"Una cordata italiana per rilevare Alitalia é possibile. Qualunque tipo di cordata ci possa essere di fronte ad una proposta trasparente è possibile". Sulla stessa linea anche le dichiarazioni del presidente di Assolombardo, Diana Bracco, secondo la quale il prestito ponte varato ieri dal governo "é un decisione di transizione che serve a trovare una soluzione".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©