Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

ALITALIA: DECRETO CON 180 MILIONI PER LA CIG


ALITALIA: DECRETO CON 180 MILIONI PER LA CIG
04/09/2008, 08:09

Il Governo ha depositato ieri al Senato il decreto per la ristrutturazione di Alitalia che comprede, tra le altre misure, uno stanziamento di 180 milioni per i 6 anni di cassa integrazione per gli esuberi di Alitalia. Facendo due calcoli, risulta evidente una cosa: i soldi sono a malapena sufficienti per la cassa integrazione per 1000 operai per 6 anni o per 6000 operai per un anno, quindi mi sa che qualcuno è particolarmente ottimista di un veloce riassorbimento degli esuberi Alitalia o ha sbagliato clamorosamente i propri calcoli.

Nel frattempo, dopo la trasformazione formale della Newco CAI, la società che dovrà assorbire le attività di Alitalia, da Srl a Spa, oggi cominciano i colloqui sul piano industriale e sugli esuberi da attuare tra il Governo, la compagnia aerea ed i sindacati. Ma sono colloqui che iniziano sotto pessimi auspici: sia perchè il governo ha posto un limite alla discussione di una settimana, dopo di che andrà avanti da solo; sia perchè Sacconi, Brunetta e Berlusconi hanno già messo le mani avanti dicendo che il sindacato non può porsi di traverso perchè l'alternativa è il fallimento di Alitalia, col licenziamento di 20 mila persone. Ma come può il sindacato accettare i 7000 esuberi previsti senza perdere la faccia, quando a marzo del 2008 ne aveva rifiutati 1600, quando AirFrance propose di acquistare Alitalia?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©