Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ma all'orizzonte non c'è nessuno sviluppo

Alitalia: in arrivo l'ennesimo prestito ponte da 400 milioni


Alitalia: in arrivo l'ennesimo prestito ponte da 400 milioni
02/12/2019, 09:44

ROMA - Potrebbe uscire già dal consiglio dei ministri di oggi un nuovo decreto di salvataggio per l'Alitalia. Un decreto nel quale si prende atto che la società è in difficoltà, che non c'è una soluzione immediata e che quindi lo Stato stanzia altri 400 milioni di euro per garantire l'esercizio dei servizi nell'immediato. Il prestito ponte doveva servire per aiutare la nuova cordata (Delta, Atlantia, ecc.) ad affrontare i primi problemi di gestione. Oggi quella cordata non c'è più ma il prestito ponte viene concesso lo stesso. 

E mentre il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio sfoggia ancora una volta il suo populismo da due soldi ("Bisogna che gli amministratori delegati che hanno danneggiato Alitalia paghino col loro patrimonio"), il problema della compagnia di bandiera resta. Nessuno la vuole comprare, dato che ha troppi problemi, troppe inefficienze e non offre nulla di particolare. Smantellarla? Significherebbe licenziare o mettere in cassa integrazione migliaia di lavoratori e nessun governo ci sta a perdere consenso. E quindi si prosegue nel gettare soldi in quel pozzo senza fondo. Sperando...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©