Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

ALITALIA: MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER ATITECH E PER GLI AEREI


ALITALIA: MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER ATITECH E PER GLI AEREI
17/09/2008, 09:09

Mentre proseguono le trattative tra i sindacati, in ordine sparso, con il Governo e la Compagnia Aerea Italiana, che continuano a minacciare i sindacati di far fallire la società o di negare gli ammortizzatori sociali ai lavoratori Alitalia in esubero (l'ha affermato Berlusconi lunedì sera a "Porta a Porta) in caso di una non supina accettazione dei diktat del governo, qualcosa comincia a muoversi nel settore. Infatti la Itali Airlines, una compagnia aerea abruzzese, che si occupa dei collegamenti tra quella Regione e il resto d'Italia, ha proposto di prendersi 30-50 aerei di quelli che saranno considerati in esubero, tra i modelli MD-80 e gli ATR, insieme con il personale necessario per farli volare (stiamo parlando di circa 300 persone, tra piloti, hostess e personale di terra). E' chiaro, è un nulla rispetto agli oltre 7000 esuberi, ma meglio che niente.

Inoltre la Investimenti e Sviluppo Mediterraneo, guidata al Presidente degli Industriali di Napoli, Gianni Lettieri, pare abbia avanzato un interessamento per assorbire Atitech, che resta comunque l'unica coscietà italiana che possa occuparsi della manutenzione pesante (cioè quella che non è possibile fare in un aereoporto durante le brevi soste che un aereoplano abitualmente fa) degli aerei di grosse dimensioni.

Ma il clou è previsto per domani, quando entro le 16, ora in cui ci sarà il consiglio di amministrazione della CAI, ci dovrà essere la firma dei sindacati per l'accordo. Un accordo che prevede, oltre al licenziamento di oltre 7000 persone, un aumento di flessibilità e del numero di ore lavorate (si parla fino al 40% in più, altri dicono il 20 % in più) in cambio del mantenimento degli attuali salari. In caso contrario la CAI si ritirerà e, avendo il governo Berlusconi impedito qualsiasi altra trattativa, l'unica soluzione per Alitalia resterà il fallimento.

Nel frattempo oggi è previsto lo sciopero dalle 12 alle 16 degli aderenti al CUB, uno dei sindacati di categoria del settore.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©