Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

ALITALIA: PREMIER PREOCCUPATO, TRATTATIVA APPESA A UN FILO


ALITALIA: PREMIER PREOCCUPATO, TRATTATIVA APPESA A UN FILO
13/09/2008, 10:09

 

Silvio Berlusconi si dice “molto preoccupato” per la piega che sta prendendo la vicenda Alitalia e per una trattativa che si presenta ad un punto critico. In serata il premier artecipa ad una festa a Villa Miani, e qui non nasconde la preoccupazione per lo stato del confronto per la cessione di Alitalia alla Cai. Non è servita a nulla un’intera notte di mediazione. La trattativa per Alitalia è in stallo e sul baratro del fallimento. I sindacati, sotto il pressing per un sì al piano di governo e Cai, chiedono una convocazione al commissario straordinario Augusto Fantozzi “per comprendere gli atti formali presi e quelli che si accinge a intraprendere”. La società della cordata di imprenditori creata per salvare la compagnia, la Cai, non ha formalmente ritirato la sua offerta ma ha gelato le poche speranze di una apertura: “Non esistono le condizioni per proseguire le trattative”, ha annunciato in mattinata. Guglielmo Epifani teme “un esito tragico”. “Siamo – ha detto - ad un punto di non ritorno: l’offerta della Cai è improponibile ma - si chiede il leader della Cgil - pare possibile che il governo che sospende l’Antitrust, accolla ai cittadini un miliardo e mezzo, trova imprenditori che si prendono tutto questo, e poi non si riesce a trovare un accordo?”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©