Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

ANCHE "NAPOLI EST" TRA LE 22 ZONE FRANCHE ISTITUITE IN ITALIA


ANCHE 'NAPOLI EST' TRA LE 22 ZONE FRANCHE ISTITUITE IN ITALIA
03/10/2008, 09:10

Il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola ha individuato 22 “Zone franche urbane” in 11 Regioni d'Italia. Quelle campane saranno ubicate a Torre Annunziata, Mondragone e nell’area Orientale della città di Napoli. Con questo provvedimento i centri scelti avranno diritto a incentivi, agevolazioni fiscali e previdenziali per nuove attività economiche, per una cifra pari a 50 milioni annui per gli anni 2008 e 2009.

 
«Con l'avvio della zona franca di Napoli Est – sottolinea il professor Giovanni Squame, Presidente del Comitato Esecutivo del Polo High-Tech – si da una significativa risposta al disagio socio-economico dell’area. Gli incentivi e le agevolazioni che saranno resi disponibili, con un sistema già sperimentato con ottimi risultati in Francia, serviranno a sostenere la creazione di nuove imprese, nuovi imprenditori; e a dare nuove opportunità a chi, tra cui le numerose aziende che aderiscono al Polo, ha creduto in un futuro possibile in una parte della città da anni erosa dal degrado urbano. L'istituzione della Zona è un’occasione unica per contrastare, finalmente, fenomeni di esclusione di alcune parti della popolazione abitante in quest’area».
 
Le Zone franche urbane sono state selezionate in base a una serie di indicatori di disagio socioeconomico. Tra le 64 candidate l’hanno spuntata Matera in Basilicata; Crotone, Lamezia Terme e Rossano in Calabria; Napoli, Torre Annunziata e Mondragone in Campania; Campobasso in Molise Taranto, Lecce e Andria in Puglia; Catania, Erice e Gela in Sicilia; Cagliari, Quartu Sant'Elena e Iglesias in Sardegna; Velletri e Sora in Lazio; Pescara in Abruzzo; Massa Carrara in Toscana e Ventimiglia in Liguria.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©