Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Non bastano libri di economia

Annozero, Tremonti da Santoro: Bibbia per uscire dalla crisi


Annozero, Tremonti da Santoro: Bibbia per uscire dalla crisi
27/02/2009, 09:02

Durante la trasmissione Annozero, Il ministro Tremonti ha scoperto le carte del Governo per far fornte alla crisi. Il titolare del dicastero dell’economia è stato molto chiaro e non ha avuto remore nell’ammettere che il periodo che sta attraversando l’Italia è davvero nero, tra quelli peggiori che hanno contrassegnato negativamente la nostra nazione. Non regge nemmeno il confronto tra il sistema americano, origine della crisi, e quello della nostra nazione. L’Italia è un paese che sta vivendo una forte crisi, ma non come quei paesi che avevano un sistema bancario molto facile e qualunquista, dove chiunque poteva accedere al credito senza dare garanzie reali. Per spiegare ai telespettatori la gravità del periodo che stiamo attraversando, il ministro ha dichiarato con estrema franchezza nel gelo dello studio di Santoro che è “meglio leggere la Bibbia piuttosto che i libri di economia per uscire da questa crisi profonda”.
Una soluzione per contenere il problema sono gli ammortizzatori sociali che possono fronteggiare una crisi breve, massimo un anno, anche perché non si potranno affrontare spese di soccorso per far fronte  continuamente ed interrottamente alle difficoltà dei ceti più deboli. L’importante è conservare i posti di lavoro che attualmente ci sono e devono essere salvaguardati al fine poter dare modo di usufruire dell’unico vantaggio scaturito dalla crisi: il calo dell’inflazione ed un conseguente aumento dei consumi da parte delle famiglie.
Tremonti è stato davvero ottimista per il futuro dicendo che cambieranno tante cose, anche il concetto di felicità umana, basata non più sulla capacità di poter acquistare beni superflui, ma nella fruizione di  opere pubbliche che saranno costruite per dare un alternativa al concetto privatistico dei servizi oggi offerti al cittadino. Questo forte senso dello Stato non porterà ad un protezionismo nel mercato, perché una crisi globale va risolta a livello globale, e da questo periodo si uscirà con nuovi motori ad idrogeno, che la Volkswagen ne ha già parcheggiati a milioni nei propri magazzini, e l’impiego di biotecnologie che porteranno ad un nuovo mondo. Ma per il momento c’è poco da ridere e da scherzare, nel 2008 sono scaduti in Italia 500 mila contratti a tempo determinato, nell’anno in corso si stima che non ne verranno rinnovati 3 milioni. Molte persone rimarranno senza lavoro lasciando il paese con lo spettro di una guerra sociale.

Commenta Stampa
di ElleVì
Riproduzione riservata ©