Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

ASCOM: I panificatori chiedono l’approvazione della legge sul pane entro fine mese


ASCOM: I panificatori chiedono l’approvazione della legge sul pane entro fine mese
03/03/2009, 15:03

I rappresentanti delle Associazioni dei Panificatori della Campania sono stati uditi oggi dalla III Commissione Permanente presieduta da Giuseppe Sarnataro in previsione della scadenza, fissata per il 30 marzo 2009, per l’approvazione da parte del Consiglio Regionale di una legge quadro sulla panificazione in Campania, licenziata all’unanimità dalla stessa Commissione e condivisa da tutto il mondo sindacale rappresentativo del settore.

Il Presidente Sarnataro ha sottolineato l’impegno della Commissione ma anche il senso di responsabilità e lo spirito di collaborazione di tutte le Associazioni messo in atto negli ultimi quattro anni per la stesura di un provvedimento che si prefigge di tutelare e valorizzare il buon pane campano, tutelando contestualmente la salute dei consumatori.

I rappresentanti di ASSIPAN-CONFCOMMERCIO, CONFESERCENTI, CASARTIGIANI, CLAAI, CONFARTIGIANATO, CNA e FIPPA-APLPN hanno ribadito che l’impegno del settore è totale in tal senso e che il lavoro svolto da parte degli interlocutori istituzionali è stato fin qui attento e responsabile, soprattutto per garantire in un momento di crisi economica generale un futuro ad un settore importante dell’economia e della tradizione alimentare e culturale della regione.


 
Apprezzamento da parte delle Associazioni è stato espresso al Consigliere Regionale Mario Ascierto e all’Assessore all’Artigianato e Commercio della Provincia di Napoli Giovanna Martano, presenti all’audizione, che con competenza e determinazione hanno sottolineato la necessità di un intervento della politica che fornisca la comunità di un provvedimento attraverso il quale si possa tutelare e valorizzare una tradizione alimentari tipica, combattere realmente il fenomeno dell’abusivismo e della contraffazione, garantire la salute dei consumatori. Tutto nel rispetto delle leggi nazionali e comunitarie che non prevedono l’obbligo di imbustamento del pane.

Le Associazioni chiedono ora ai gruppi Consiliari un impegno a discutere e licenziare il provvedimento all’esame entro fine mese.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©