Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

ATITECH, SI PROSPETTA LA CREAZIONE DI UN POLO MEDITERRANEO


ATITECH, SI PROSPETTA LA CREAZIONE DI UN POLO MEDITERRANEO
12/09/2008, 18:09

I destini di Alitalia e Atitech sono sempre più intrecciati.
L’idea lanciata questo pomeriggio dal ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, e del presidente della Regione Campania, Antonio Bassolino, è di creare una sorta di fusione tra diverse società per creare un Polo Mediterraneo.
Secondo il ministro quello di Atitech non è un problema di esubero, ma di preservazione della realtà industriale e considerando che l’industria si occupa in particolare di mezzi tipo l’Md80, che nella prospettiva futura della nuova compagnia aerea avranno un ruolo minore, l’ipotesi di una nuova società è la miglior soluzione.
Alitalia, però, è una questione che sembra molto più complessa del previsto, la trattativa con i sindacati si è interrotta negli scorsi giorni e se non dovesse ricominciare non si scamperebbe alla fine dell’azienda.
Si è parlato anche di Fondi Europei e dell’aereospazio.
Per quanto concerne i primi, il fulcro centrale della discussione è stata la collisione con il Patto di stabilità. Rendicontare tutto minuziosamente arreca danni alla Campania che rischia di uscire fuori dal Patto, la prospettiva è la creazione di una norma che sciolga l’inghippo per far si che non si cada nell’errore di dover restituire a Bruxelles fondi che si sarebbero potuti utilizzare.
Domani, intanto, Campania-Piemonte e Puglia si ritrovano a Torino per firmare il protocollo, Bassolino ha chiesto al ministro di accelerare i tempi per la formalizzazione del megadistretto.

 

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©