Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Discussione tesa sul provvedimento fiscale.

Aumento Iva, Baretta: "Partita ancora aperta"


Aumento Iva, Baretta: 'Partita ancora aperta'
19/09/2013, 10:22

ROMA - Secondo il segretario all'economia, Pierpaolo Baretta, esiste ancora un 50% di possibilità che l'Iva non aumenti al 22%. Baretta ha affermato quanto segue: "Noi non consideriamo ancora concluso nulla perchè fino all'ultimo minuto stiamo cercando di dare una risposta ma non solo all'Iva; anche alla seconda rata dell'Imu, ad un ulteriore intervento sugli ammortizzatori sociali, al rifinanziamento delle missioni all'estero. Bisogna trovare più o meno 5 miliardi di euro". Il sottosegretario ha aggiunto: "In questo momento c'è il 50% di possibilità, ma solo se si considera l'iva in una partita complessiva; se invece seguiamo una voce alla volta non riusciamo ad uscirne: se consideriamo assieme tutti gli impegni da qui a dicembre la discussione non puo' essere affrontata capitolo per capitolo ma tutta insieme; dunque qualcosa tra queste misure restera' indietro per forza: bisogna scegliere insieme ed è questo il problema che politica, maggioranza e parlamento devono affrontare". Per la Cgia di Mestre l'aumento è una misura depressiva che metterebbe a rischio i consumi. "Siamo ancora convinti che l'aumento dell'Iva sia una cosa da evitare. Mettendola inoltre insieme alle altre tasse", diventa pesante da sostenere per gli italiani. Lo ha detto Giuseppe Bortolussi, presidente della Cgia di Mestre. che ha poi aggiunto: "Il problema vero è: vogliamo aumentare la produzione, vogliamo aumentare i comsumi? Se aumentiamo l'Iva diamo un segnale sbagliato". "Con l'aumento dell'Iva noi ritorneremmo a un segnale negativo, -4%, -3%, come l'anno scorso", ha concluso.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©