Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il ministro della Pa:"60.000 autisti sono troppi"

Auto blu: 4 miliardi di costo, per Brunetta si può spendere la metà


Auto blu: 4 miliardi di costo, per Brunetta si può spendere la metà
14/07/2010, 20:07

ROMA - Sono ben 90.000 le auto blu che, ogni anno, costano ai contribuenti la ragguardevole cifra di 4 miliardi di euro. A presentare stime e costi è stato proprio Renato Brunetta che, nel suo rapporto, ha tentanto di avanzare un metodo di razionalizzazione del parco auto per enti e ministeri al fine di ridurre i costi di circa il 50%.
E pensare che, il censimento operato dal ministero della Pubblica Amministrazioni in collaborazione con il Formez, è riuscito a rendicontare soltanto la metà delle amministrazioni (escludendo ad esempio i comuni con meno di 30.000 abitanti) e a presentare quindi le spese effettuate solo dal 61% dei dipendenti pubblici per quanto concerne il 47% di veicoli immatricolati dalla Pa. Quindi il numero di auto (90.000) ed i costi calcolati (4 miliardi) non rappresentano che una parte del totale.
Come si legge testualmente sul Sole 24 Ore, però, "si va invece affinando la classificazione proposta dal ministro per suddividere auto e competenze: le stime inducono a prevedere 7-10mila veicoli blu-blu (rappresentanza politico-istituzionale), 18-20mila auto blu (con autista a disposizione dei dirigenti), 60-65mila auto grigie (senza autista, a disposizione degli uffici per attività operative). L'indagine indica anche in 142mila euro il costo annuo totale per un'auto blu-blu, che scende a 95mila se lo stesso mezzo é gestito totalmente con conducente"
Secondo i calcoli di Brunetta, quindi "ogni auto di un eletto costa al contribuente circa 150mila euro l'anno".
Ancora nessun dettaglio specifico riguardo le manovre da attuare nel prossimo futuro per ridurre a "solo" 2 miliardi i costi di mantenimento e gestione delle auto blu ma, per il ministro, il dato più irritante è rappresentanto dai numerosissimi autisti che risultano assunti dalle varie amministrazioni:"Quando vedo - ha infatti osservato Brunetta - 60mila persone utilizzate per portare in giro politici e burocratici mi disturba un pò, preferirei producessero beni e servizi per i cittadini".
In ogni caso, entro fine luglio, è stato garantito un ulteriore aggiornamento riguardo il parco auto utilizzate dai dipendenti pubblici. Aggiornamento che si tramuterà in rapporto terminato al 100%. Nel frattempo, ovviamente, noi paghiamo.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©