Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Il cardinale durante l'Assemblea si è soffermato sulla crisi

Bagnasco: serve maggiore tutela per i lavoratori


Bagnasco: serve maggiore tutela per i lavoratori
25/05/2009, 18:05

Aprendo i lavori della 59.ma Assemblea dell’Episcopato Italiano, il cardinale Angelo Bagnasco è tornato sull’argomento crisi, soffermandosi su coloro che vivono maggiormente i disagi del momento, ovvero i lavoratori precari. “E’ noto, - ha spiegato, - come nell’ultimo decennio i posti di lavoro flessibili avessero fornito un apporto decisivo alla riduzione delle disoccupazione, che ora registra un brusco aumento dovuto principalmente alla perdita di posti di lavoro non garantiti”. Parlando ancora della crisi economica, Bagnasco cita le “previsioni quasi rasserenanti” che ognuno cerca di fare, spinto da una “comprensibile ansia”, in attesa che questi “segni di uscita dal tunnel in cui ci troviamo” diventino tangibili.

La verità però, ribadisce il cardinale, è che oggi l’Italia vive “il momento in cui la crisi tocca in modo più diretto, quasi cruento, la realtà ordinaria delle famiglie per le quali torniamo ad auspicare un fisco più equo”. Secondo Bagnasco, gli ammortizzatori previsti per i lavoratori precari sono tutt’altro che sufficienti per venire incontro alla situazione che si è venuta a creare, e “l’incertezza ha da tempo attecchito anche nell’area del lavoro stabilizzato, che sta infatti conoscendo l’inquietudine della cassa integrazione, quando non del licenziamento”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©