Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

BANCA D'ITALIA CONFERMA CRESCITA ZERO ED ALTA INFLAZIONE


BANCA D'ITALIA CONFERMA CRESCITA ZERO ED ALTA INFLAZIONE
15/07/2008, 16:07

E' stato pubblicato il bollettino economico della Banca d'Italia e le previsioni sono pessime. Per il 2008 è prevista una crescita dello 0,5% (contro lo 0,1% di Confindustria e dell'FMI), così come per il 2009. Mentre l'inflazione si attesterà su valori intorno al 3,8% per il 2008 e intorno al 2% (questo sì che è ottimismo allo stato puro, ndr) nel 2009. Il motivo principale di questi dati sta nell'aumento dei prezzi delle materie prima, secondo la Banca d'Italia, che si ripercuoterà negativamente sulla nostra economia. Contemporaneamente consumi e investimenti ristagneranno, anche a causa del comportamento delle banche. Infatti i tassi di interesse continuano a salire; mentre per i mutui il tasso variabile, che riguarda il 70% dei mutui (dato che non scende, perchè le banche si rifiutano di applicare la legge sulla portabilità dei mutui) prosciugherà sempre più le tasche degli italiani.

Il quadro è preoccupante, soprattutto per la combinazione di alta inflazione e crescita zero, detta stagflazione. Infatti le misure che abbassano l'inflazione tendono ad abbassare il PIL; quelle che aumentano il PIL generano inflazione. Quindi ci si troverebbe in una situazione che, se non affrontata e risolta adesso, diventerà irrisolvibile un domani. Spero di sbagliare

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©