Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ma è solo per un aggiustamento tecnico

Bankitalia: a settembre debito pubblico in discesa, deficit stabile


Bankitalia: a settembre debito pubblico in discesa, deficit stabile
15/11/2011, 14:11

ROMA - Gli ultimi dati di Bankitalia sui conti pubblici italiani sembrano positivi. Il deficit risulta stabile: 63 miliardi a settembre 2010, contro i 65 dello stesso mese del 2010. Se non si considerano i soldi erogati dall'Italia per il salvataggio della Grecia, il risparmio rispetto ad un anno fa sale a 5 miliardi di euro. Questa differenza è dovuta essenzialmente all'aumento dell'imposizione fiscale determinata dalle manovre fatte dal governo a luglio e poi ad agosto. In particolare, a dare gettito sono l'Iva (dopo l'aumento di un punto, deciso a settembre) e la benzina, aumentata a 1,7 euro a litro a settembre (quindi sono aumentate anche le accise).
In discesa anche il debito pubblico, a 1883 miliardi di euro, 16 in meno rispetto ad agosto. Ma anche questo è un dato dalla doppia interpretazione. Infatti in realtà il debito è aumentato di 13 miliardi, ma contemporaneamente il Tesoro ha eliminato 29 miliardi di riserve in titoli, facendo scendere quindi il valore totale del debito.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©