Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Salgono ancora le entrate fiscali

Bankitalia: il debito pubblico scende sotto i 2000 miliardi


Bankitalia: il debito pubblico scende sotto i 2000 miliardi
15/02/2013, 13:36

ROMA - Scende a dicembre il debito pubblico italiano: secondo i dati di Bankitalia siamo passati dai 2020 miliardi di novembre a 1988 miliardi. Un calo dovuto al posticipo dei pagamenti dello Stato e al versamento di alcune tasse come l'Imu. 
SI tratta comunque di un dato in aumento, rispetto al dicembre 2011, di oltre 80 miliardi. Significa oltre 250 milioni di euro di debito pubblico al giorno, da parte del governo Monti, una cifra molto più elevata di quanto l'Italia può sopportare. Ovviamente nessun confronto possibile con i governo che hanno tentato di risanare il debito pubblico, come il governo Prodi che riusciva a contenere l'aumento a meno di 100 milioni di euro al giorno. 
In aumento anche le entrate tributarie: nel 2012 hanno raggiunto i 407 miliardi, con un aumento dell'1,7% rispetto al 2011. Un aumento che si sta trasferendo dalle imposte sul reddito (in calo) che colpiscono soprattutto i più ricchi alle imposte indirette sui beni (in aumento), che colpiscono tutti alla stessa maniera e quindi sono più pesanti per i redditi più bassi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©