Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Le entrate fiscali aumentano dell'1%

Bankitalia: il debito pubblico sfonda la quota di 1900 miliardi


Bankitalia: il debito pubblico sfonda la quota di 1900 miliardi
12/08/2011, 10:08

ROMA - Non bastassero gli attacchi finanziari alla Borsa di Milano e ai titoli di Stato (c'è voluto l'intervento della Bce per far scendere il tasso di interesse dal 6,5% al 5% sui Btp decennali italiani), adesso anche Bankitalia dà pessime notizie: il debito italiano ha sfondato la soglia psicologica dei 1900 milirdi di euro, fermandosi a 1901,9 nel mese di luglio. Un aumento di 4,4 miliardi rispetto al mese precedente che in parte viene addebitato al pagamento di 1,4 miliardi di euro fatto al Portogallo, facente parte degli aiuti previsti dall'Unione Europea. L'avanzo di cassa è ridotto di 4,9 miliardi rispetto all'anno scorso, ma questo è stato causato dall'anticipo di alcune scadenze fiscali al mese di luglio.
Contemporaneamente aumentano le entrate fiscali che nei primi sei mesi del 2011 sono aumentate dell'1,3% rispetto ai primi sei mesi del 2010. Raffrontando invece il singolo mese, nel luglio 2011 l'incasso è stato ridotto del 12,5% rispetto all'identico mese del 2010.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©