Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Risultati del rapporto di Palazzo Koch

Bankitalia: metà della ricchezza italiana nelle mani del 10% della popolazione

Meno indebitati degli altri Paesi, preferiamo i mutui

Bankitalia: metà della ricchezza italiana nelle mani del 10% della popolazione
20/12/2010, 10:12

ROMA - Anche Bankitalia conferma: la ricchezza italiana è sempre più concentrata in un ristrettissimo numero di mani. Per essere esatti, il 10% della popolazione italiana controlla il 45% della ricchezza nazionale; mentre la metà della popolazione più a basso reddito detiene solo il 10% della ricchezza nazionale. Si tratta di un dato che rende evidente le cause del perdurare della crisi economica: azzerando le risorse di metà della popolazione italiana, la domanda interna è bassissima e questo blocca qualsiasi propettiva di rilancio economico, nel breve come nel medio termine.
Nel rapporto, titolato "La ricchezza delle famiglie italiane", si enuncia anche l'unico dato positivo, il minor indebitamento degli italiani rispetto ad altri Paesi. Infatti in Italia l'indebitamento totale è pari al 78% del reddito disponibile lordo; un dato più basso di quello di Germania e Francia (circa il 100%) e di Stati Uniti e Giappone (circa il 130%). Ma è un dato comunque in salita, nell'ultimo decennio. Rimane confermata la nostra preferenza per i mutui, che costituiscono il 41% dei debiti delle famiglie.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©