Economia e finanza / Economia

Commenta Stampa

Ignazio Visco parla a Davos al Forum economico mondiale

Bankitalia rassicura: "Nessun commissariamento per Mps"

Dall'Ue: "Spetta alle autorità italiane chiarire la vicenda"

Bankitalia rassicura: 'Nessun commissariamento per Mps'
28/01/2013, 19:10

SIENA – Dietro le polemiche, finite in campagna elettorale, sul sostegno del governo al Monte dei Paschi di Siena, si è temuto anche un commissariamento della banca toscana. In serata arriva la smentita alle voci di corridoio e la rassicurazione da parte della Banca d’Italia: per il Monte dei Paschi di Siena non c’è alcuna ipotesi di commissariamento. Lo stesso governatore Ignazio Visco, durante il Forum economico mondiale di Davos ha precisato che non saranno effettuate “azioni immediate” nella vicenda Mps. L’ipotesi commissariamento non è applicabile ai termini della normativa vigente.
“Spetta alle autorità italiane chiarire come la situazione abbia funzionato in passato e cosa è successo esattamente”, ha poi aggiunto il commissario dell’Unione europea Michel Barnier, che ha assicurato la supervisione dell’Ue senza intromissioni nelle vicende italiane. Dalle istituzioni comunitarie, arrivano ulteriori rassicurazioni sul destino delle banche. Per evitare situazioni simili a quelle del Monte dei Paschi, in futuro ci sarà una supervisione unica sotto la guida della Bce.
Intanto, il titolo Mps in giornata ha raggiunto il +4,81%, ma ha chiuso in ribasso con +3,89%, dopo il via libera di Bankitalia ai ‘Monti Bond’. Sul fronte degli accertamenti, ci sono 2 verifiche fiscali in atto a Palazzo Salimbeni. Si sta procedendo alla vendita di parte del Monte di Palazzo dei Normanni a Roma per un valore di 142 milioni di euro. Una verifica, invece, riguarderebbe la plusvalenza di 120 milioni di euro, scaturita dal rastrellamento da parte di Mps di azioni Unipol.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©